Corsi di studio

Disposizioni generali

Art. 1 Regolamento didattico
1.1 Il presente regolamento didattico disciplina gli ordinamenti didattici dei Corsi di studio della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici - Gregorio VII (di seguito indicata come Scuola), che vuole essere, prima di tutto, un riferimento culturale, un’istituzione in cui l’attività di ricerca scientifica, oltre a contribuire allo sviluppo socio-economico del Paese, consenta di continuare a migliorare la qualità dei programmi formativi e di mantenere aggiornati i contenuti, in conformità alla normativa vigente. Il presente regolamento disciplina i Corsi di studio attivati, e per Corsi di studio si intendono il corso triennale conforme all'ordinamento didattico della classe di Laurea L-12 in Mediazione Linguistica (D.M. 22 marzo 2002, n. 38 e il D.M. n.59 del 3 maggio 2018) e il corso biennale conforme all’ordinamento didattico della classe di Laurea LM-94 in allegato al decreto ministeriale 16 marzo 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie generale, n. 157, supplemento ordinario n.155 del 6 luglio 2007.

Art. 2 Entrata in vigore e procedure di modifica
2.1 Il presente regolamento può essere modificato, nel rispetto dei vincoli normativi definiti nel D.M. n. 38 del 22 marzo 2002, e dal D.M. n. 59 del 3 maggio 2018 e successive modifiche. Le modifiche decorrono a partire dall’anno accademico successivo alla delibera, salvo diversa e motivata deliberazione dell’organo stesso.

Art. 3 Crediti Formativi per le Scuole di Mediazione linguistica (CFM)
3.1 Le attività formative inerenti i Corsi di Studio attivati dalla Scuola danno luogo all’acquisizione da parte degli studenti che ne usufruiscono di crediti formativi, ai sensi del D.M. n. 59 del 3 maggio 2018 e successive modifiche. Con riferimento a tali crediti si osserva che lo stesso Ministero, con propria circolare del novembre 2019, ha precisato e chiarito che i recentemente previsti "crediti formativi per scuole superiori per mediatori linguistici" costituiscono un mero sistema di riferimento che non inficia in alcun modo la perfetta corrispondenza con i "crediti formativi universitari", che sono strutturati sul modello di questi ultimi e quindi liberamente valutabili da ogni organo didattico/accademico. Resta quindi ferma l’assoluta riconoscibilità di tutto o parte del percorso formativo seguito dallo studente (ed i relativi CFM) con la conseguente libertà dei competenti organi didattici ed accademici di valutare, sia in ingresso sia in uscita il percorso e le attività formative seguite dal singolo studente, in relazione alla natura degli studi svolti.
3.2 I CFM corrispondenti all’attività formativa sono acquisiti dallo studente previo il superamento dell’esame o a seguito di altra forma di verifica della preparazione o delle competenze conseguite come stabilito nel presente regolamento didattico del Corso di Studio, fermo restando che la verifica del profitto è espressa secondo le modalità stabilite al successivo articolo 16 del presente regolamento.

Art. 4 Corsi di studio
4.1 Le norme per l'organizzazione e lo svolgimento del corso di studio sono indicate nelle sezioni di riferimento e determinano:

  • a) la denominazione del corso di studi;
  • b) i curricula offerti agli studenti;
  • c) gli obiettivi formativi, coerenti con la denominazione e il percorso didattico proposto per realizzarlo nel quadro delle finalità della classe di riferimento (L-12; LM-94);
  • d) il quadro delle diverse attività formative;
  • e) le eventuali propedeuticità di ogni insegnamento e di ogni altra attività formativa;
  • f) le disposizioni sugli eventuali obblighi di frequenza;
  • g) i CFM assegnati a ciascuna attività formativa;
  • h) le caratteristiche della prova finale per il conseguimento del titolo di studio.

Art. 5 Pubblicazione dell'offerta didattica
5.1 La divulgazione dell'offerta didattica e dei servizi della Scuola, relativa ad ogni anno accademico, avviene attraverso:

  • a) sito Internet istituzionale;
  • b) pagina Facebook istituzionale;
  • c) guida dello studente;

5.2 Gli strumenti informativi di cui sopra conterranno ogni informazione utile per le scelte e gli adempimenti didattici e amministrativi degli studenti e saranno pubblicati in tempo utile per consentire una puntuale divulgazione.