Notizie

Europa: spazio a interpreti e traduttori

  • 03 Dec 2019

Per chi ama le lingue e aspira ad una carriera professionale rapida e stimolante, l’Europa offre uno spazio di grandissimo e crescente interesse! E’ in questa prospettiva che SSML Gregorio VII, Scuola di livello universitario forma giovani brillanti grazie a programmi formativi d'eccellenza nelle aree della mediazione linguistica, della traduzione e dell'interpretariato professionale.

Ma perché traduzione e interpretariato sono così importante nella nostro ruolo di cittadini europei? La ragione è perché l’Unione Europea, nella sua qualità di organizzazione democratica, deve garantire a tutti – cittadini, imprese, organizzazioni e istituzioni – la possibilità di comprendere nella propria lingua ogni suo atto, come di seguire l’intero processo legislativo e di potersi rivolgere in ogni momento alle istituzioni nella propria lingua.

Da quando, nel 1958, le istituzioni europee hanno iniziato la loro attività, le lingue ufficiali sono passate da quattro a 24 a cui vanno aggiunte, in alcuni casi, lingue regionali di alcuni Stati membri ed altre lingue veicolari (russo, arabo, cinese, giapponese, ecc.) necessarie nei rapporti bilaterali con le nazioni del mondo.

Ecco che diventa centrale il ruolo degli esperti linguistici che, attraverso l’interpretariato e la traduzione, mette in collegamento culture diverse e, soprattutto, permette ogni giorno di assicurare la vita e la vera rete neuronale del processo di sviluppo dell’Europa e di tutte le sue Istituzioni nel suo rapporto con i cittadini e i rappresentanti che loro hanno indicato. Ma vediamo più da vicino le professionalità in gioco e le istituzioni coinvolte in questo enorme e straordinario processo di sviluppo e di condivisione della conoscenza e delle idee.

Interpretare e trasmettere idee

I servizi d’interpretazione dell’Unione europea sono, su scala mondiale, i più grandi datori di lavoro di interpreti di conferenza.

Gli interpreti mettono in comunicazione tra loro i partecipanti di ogni momento della vita delle Istituzioni europee. Comprendono quanto detto in una lingua e lo rendono in un’altra, accuratamente e quasi istantaneamente, con lo stesso messaggio. La loro peculiarità, più che tradurre ogni parola, è quella di trasmettere le idee che vengono espresse dai diversi interlocutori.

Tutto questo fatto in modi anche molto diversi che possono andare dall’interpretazione consecutiva tra due lingue, per la quale può bastare un solo interprete, all’interpretazione simultanea in e da 24 o più lingue come avviene nelle riunioni a livello di UE, che richiedono almeno 72 interpreti.

Il Parlamento europeo, la Commissione europea e la Corte di giustizia dell’Unione europea dispongono ciascuno di un servizio di interpretazione, ma la selezione degli interpreti freelance è effettuata congiuntamente. Chi desideri lavorare per le istituzioni europee in qualità di interprete freelance deve prima superare un test di accreditamento interistituzionale. Una volta superato il test, il nome del candidato e i suoi dati di contatto verranno inseriti nella base dati comune UE degli interpreti freelance accreditati. Alla fine di questo articolo trovi i link necessari per approfondire.

Tradurre per costruire passerelle

I servizi di traduzione delle istituzioni dell’Unione sono i più grandi al mondo in termini di dimensioni e di varietà delle lingue e delle tematiche coperte.

I traduttori costruiscono passerelle tra le comunità linguistiche. Il loro obiettivo ambizioso è visto a volte come l’arte dell’impossibile: riprodurre in una lingua le idee pensate e scritte originariamente in un’altra, duplicando un uso del linguaggio che è, per definizione, ancorato alle peculiarità di una cultura diversa.

Al di fuori delle istituzioni europee il lavoro di traduzione è al centro di un’industria in espansione che si occupa di attività che vanno dalla globalizzazione dei siti web alla localizzazione dei manuali e dei videogiochi, dalla traduzione giuridica alla sottotitolazione di film e video.

Per diventare traduttore bisogna avere una padronanza perfetta della propria lingua principale, che di norma è la madrelingua, in modo da poter rendere tutti i registri e tutte le sottigliezza dei testi originali.

Oltre a un’eccellente conoscenza delle lingue da cui si traduce e delle rispettive culture occorre anche avere capacità di gestione di progetti, abilità tematiche e interculturali e l’attitudine a ricercare informazioni e terminologia.

Dove lavorano le lingue d’Europa

Sono molti i cuori pulsanti linguistici dell’Europa, ciascuno di essi rappresenta un vero e proprio centro di eccellenza e punto di riferimento per qualunque professionista interessato alla traduzione e interpretariato. Vediamoli più da vicino

Commissione europea - Interpretazione
E’ la direzione generale dell’Interpretazione (DG Interpretazione) della Commissione europea, l’organo esecutivo dell’Unione europea con sede a Bruxelles. La DG Interpretazione fornisce servizi di interpretazione di qualità in occasione di riunioni organizzate dalla Commissione e dalle altre istituzioni cui presta i propri servizi, oltre a fungere da organizzatrice di conferenze per i servizi della Commissione. La DG Interpretazione dispone di 530 interpreti e fornisce annualmente circa 100000 giornate-interprete, delle quali circa la metà è assicurata da interpreti freelance.

Parlamento europeo - DG Interpretazione e Conferenze
E’ la direzione generale dell’Interpretazione e delle conferenze (DG INTE) fornisce gli interpreti per tutte le riunioni del Parlamento europeo nonché ad altri servizi al di fuori del Parlamento, come la Corte dei conti, il Comitato delle regioni, il Mediatore europeo, il Garante europeo della protezione dei dati, la Commissione europea a Lussemburgo. La DG INTE dispone di un organico di 294 interpreti e fornisce 110 000 giornate di interpretazione all’anno, di cui circa la metà sono affidate ad interpreti freelance.

Corte di giustizia dell’Unione europea
La Corte di giustizia, con sede in Lussemburgo, è l’autorità giudiziaria dell’Unione europea e, in collaborazione con gli organi giurisdizionali degli Stati membri, garantisce l’applicazione e l’interpretazione uniforme del diritto dell’Unione. La Corte di giustizia dell’Unione europea dispone attualmente di un organico di 70 interpreti e garantisce l’equivalente di 12 000 giornate di interpretazione all’anno, di cui circa il 23% sono prese in carico da interpreti esterni.

Lingue & Diritto

Chi si vuole specializzarsi nell’attività di giurista linguista presso la Corte di Giustizia deve esibire un diploma rilasciato da uno Stato membro a riprova del completamento di adeguati studi giuridici. Ciò serve ad assicurare che il candidato abbia un’adeguata conoscenza del diritto nazionale e del sistema giuridico di tale Stato membro. Il candidato deve avere inoltre una padronanza perfetta della lingua in cui ha studiato diritto e della relativa terminologia giuridica. Dovrà inoltre conoscere approfonditamente 2 altre lingue ufficiali dell’UE.

La Direzione Traduzione e servizi linguistici presso la Corte dei conti
La Direzione Traduzione e servizi linguistici presso la Corte dei conti europea è un dipartimento multiculturale che conta circa 140 effettivi provenienti da tutti gli Stati membri dell’UE. I traduttori sono ripartiti in 23 équipe.

Banca centrale europea (BCE)
La Banca centrale europea, fulcro del Sistema europeo di banche centrali e del Meccanismo di vigilanza unico, è stata istituita nel 1998 con sede a Francoforte sul Meno e conta oggi un organico di circa 2.500 unità. L’attività di comunicazione della BCE con i suoi destinatari esterni (mercati finanziari internazionali, cittadini europei, autorità nazionali ed europee, organi di informazione e banche soggette alla sua vigilanza) avviene in 23 lingue ufficiali dell’UE.

Banca europea per gli investimenti (BEI)
La Banca europea per gli investimenti (BEI) è il braccio finanziario di lungo termine dell’Unione europea. Con un azionariato composto dagli Stati membri dell’UE, essa finanzia progetti che promuovono lo sviluppo e l’integrazione economica europea I Servizi Linguistici fanno parte del Segretariato Generale della BEI ed offrono alla Banca le seguenti prestazioni: traduzione, assistenza redazionale, correzione di bozze e consulenza terminologica. Composti da circa 30 traduttori professionisti interni (oltre al personale amministrativo) e ricorrendo al sostegno di freelances esterni, i Servizi Linguistici gestiscono

Centro di traduzione degli organismi dell’Unione europea
Il Centro di traduzione degli organismi dell’Unione europea è stato istituito nel 1994, con sede a Lussemburgo, per fornire servizi di traduzione alle altre agenzie decentrate dell’UE e altresì per fornire assistenza a quelle istituzioni e organi i cui servizi di traduzione fronteggiano dei picchi di lavoro elevati. Oggigiorno, con un organico di 200 persone, il Centro traduce per 61 agenzie dell’UE, istituzioni e altri organi. Nel 2015 sono state tradotte 730 000 pagine.

 

 

FONTI E APPROFINDIMENTI
https://europa.eu/european-union/index_it
www.facebook.com/EUinterpreters
https://www.facebook.com/translatingforeurope/
www.youtube.com/user/DGInterpretation
www.youtube.com/user/DGINTE
ec.europa.eu/dgs/translation
www.facebook.com/pages/EU-Careers/298387676087